Blog

Il grande ritorno delle IPA, le birre delle colonie.

Il grande ritorno delle IPA, le birre delle colonie.

La storia delle India Pale Ale è curiosa e interessante: nate in Inghilterra nel 1700 sono delle birre Pale Ale destinate ad essere inviate nelle colonie Indiane, per consumo dei sudditi inglesi. Poiché questa birra doveva sopportare un lungo viaggio in nave, veniva caricata di un alto contenuto di luppolo e di un più alto grado alcolico, perché questi due fattori ne garantivano una buona conservazione. Il risultato era una Pale Ale molto amara e luppolata e con un grado alcolico intorno ai 6°-7°. L’equilibrio finale di questo tipo di birra veniva dato anche dall’utilizzo di un’acqua molto dura, come quella inglese tipica di Burton-on-Trent.

Nei primi del 1900 questo stile cadde in disuso e venne riportato alla moda nei birrifici americani degli anni 70 e da lì tornò in Europa.

Le interpretazioni delle IPA moderne sono le più diverse e possono presentare anche gradazioni alcoliche più basse rispetto a quelle tradizionali. Il loro grande ritorno è dovuto alla facilità con cui queste birre, amare e profumate, si abbinano con successo ai cibi e alle pietanze. L’amaro infatti bilancia bene per contrapposizione la grassezza e l’untuosità di alcuni formaggi, carni e fritti. Gli aromi delle IPA, molto intesi e fruttati, e si possono sposare bene per accordanza a seconda delle ricette.

Da un punto di vista aromatico le IPA prendono, in maniera netta, i sentori dello specifico luppolo utilizzato, presente in grande quantità. Ecco quindi che le IPA fatte con luppoli Nord Americani sono famose per le loro note agrumate, balsamiche (resina di pino) e di frutta tropicale. Le IPA fatte con luppoli europei possono avere forti note di pesca e frutta bianca. Quelle inglesi sono dominate da spezie, fiori e frutta in generale.

Non mancano comunque in sottofondo alcune note aromatiche dovute al malto, quali il miele e il caramello.

Prova la collezione Aromi della Birra di TasterPlace per allenarti a riconoscere i sentori più caratteristici delle IPA. Clicca qui